PD-Idv: Ferrovia Modena-Carpi, quattro proposte contro i disservizi

Affidare la gestione della tratta ferroviaria Modena–Verona alla direzione regionale dell’Emilia-Romagna di Rete Ferroviaria Italiana spa; rinnovare i mezzi in servizio sulla linea Carpi–Modena; avviare i lavori di sistemazione del binario n.5 nella stazione di Modena; rimborsare gli abbonamenti agli utenti pendolari danneggiati dai continui disservizi. E’ quanto chiedono i consiglieri provinciali del Pd e dell’Idv che hanno sottoscritto un ordine del giorno per il miglioramento del trasporto pendolare sulla tratta Carpi-Modena.

I consiglieri Monica Brunetti, Marco Aurelio Santi, Luca Gozzoli, Serena Bergamini del Pd e Patrizia Cuzzani dell’Idv chiedono alla Provincia di attivarsi presso la Giunta dell’Emilia-Romagna affinché sia rispettato l’accordo di programma con Trenitalia per l’alta velocità.

I firmatari dell’odg sottolineano che “le tratte Mantova–Carpi–Modena e Piacenza-Modena–Bologna sono quelle che risentono dei maggiori disagi” ed elencano i problemi principali: l’elevato numero di pendolari; il mancato coordinamento di Trenitalia e FER, con tempi di percorrenza media da Carpi a Bologna di un’ora e mezza; un numero insufficiente di carrozze, specie nell’orario di punta del mattino. Pur riconoscendo che l’intesa tra Governo e Regioni “ha mitigato gli effetti della manovra economica incrementando il trasferimento di risorse per il trasporto pubblico locale (900 milioni di euro per il 2011)”, i consiglieri lamentano il fatto che “per la tratta Modena – Verona il confronto tecnico non abbia finora dato risultati soddisfacenti, anche per la mancanza di risposte da parte di Trenitalia e FER alle proposte formulate da Amo”.