ApI Sassuolo scrive all’Assessore Lombardi: “Serve uno scatto sul turismo”

ApI-SassuoloCon una lettera all’assessore al turismo del Comune di Sassuolo, Andrea Lombardi, il circolo sassolese di Alleanza Per l’Italia chiede uno scatto alla voce turismo per la città della piastrella. Sosteniamo il progetto del FAI “I luoghi del cuore” – si legge nella lunga missiva – e chiediamo all’Amministrazione Comunale di sostenere e promuovere in questa campagna nazionale, dalla quale possono arrivare anche fondi, le bellezze paesaggistiche ed architettoniche di Sassuolo. ApI chiede a Lombardi di impegnarsi, facendo riferimento anche al programma del PD, che prometteva di non trascurare la voce turismo.

Di seguito il testo della lettera:

Egr. Ass.re Lombardi,
la nostra città, Sassuolo, può vantare, sul suo territorio, un patrimonio artistico e paesaggistico di notevole bellezza e di grande rilevanza storico-culturale che meritano di essere conosciuti e conservati al meglio.

Sosteniamo il progetto “I luoghi del cuore” promosso dal Fondo Ambiente Italiano (FAI) che ha l’obiettivo di coinvolgere concretamente tutti i cittadini, di qualsiasi età e nazionalità, di sensibilizzarli nei confronti del nostro patrimonio artistico e paesaggistico e di favorire l’aggregazione e la collaborazione fra comunità e istituzioni al fine di proteggere e valorizzare tale patrimonio.

Tra i tanti luoghi degni di nota, che offre Sassuolo, abbiamo deciso di sostenere il Castello di Montegibbio e il Teatro Politeama.

La richiesta, che poniamo alla sua gentile attenzione, è di sostenere come Comune di Sassuolo l’iniziativa del FAI, di promuovere attraverso i canali ufficiali “I luoghi del cuore”, invitare i nostri concittadini – anche attraverso la sua voce – a sostenere i luoghi più cari, per ognuno, della nostra città.

Ci è sembrato giusto, e logico, sostenere il Castello di Montegibbio e il Teatro Politeama poiché il FAI e Intesa Sanpaolo hanno già dato voce alle migliaia di segnalazioni raccolte e finora sono stati 45 gli interventi di recupero in 15 regioni che hanno restituito a molti luoghi la bellezza originale.

 

Considerando la difficile situazione in cui versa il nostro Comune, proprio da una realtà come il FAI, a fronte di una importante mobilitazione, potrebbe arrivare un aiuto concreto per la ristrutturazione di cui necessitano i luoghi sopracitati.

Senza considerare che l’industria turistica italiana conferma il suo ruolo di importante motore per l’economia del Paese e facendo conoscere ad una platea vasta i nostri luoghi potrebbe generare un ritorno considerevole per quanto riguarda il turismo, nazionale e non.

Facendo riferimento al programma del suo partito, il Pd, che a pagina 10 impegnava i suoi esponenti, qualora al Governo della città, a valorizzare il turismo partecipando a processi nazionali auspichiamo che l’appello che le rivolgiamo non cadrà nel vuoto e che metterà quanto può affinché Sassuolo e i sassolesi possano partecipare, con il ruolo che meritano, a questa importante iniziativa.