“Modena per l’affitto”, contributi per circa 450 famiglie

Si stima che consentiranno di sostenere almeno 450 famiglie i contributi erogati dal Comune di Modena attraverso “Modena per l’affitto”, il bando a sostegno dell’abitazione rivolto a nuclei familiari in particolari condizioni lavorative, che potrà attingere a un fondo di 600 mila euro. La delibera di Giunta è stata approvata nella mattinata di martedì 11 aprile; il bando sarà pubblicato nelle prossime settimane e dal 2 maggio sarà possibile presentare domanda.

“È una scelta forte e non scontata a sostegno delle famiglie – afferma l’assessora al Welfare Giuliana Urbelli – che consentirà di aiutare numerosi nuclei in difficoltà prevenendo le procedure di sfratto, visto che il contributo potrà ammontare a circa 1.300 euro, pari mediamente al 20 per cento del canone di locazione annuo; una scelta che siamo riusciti ad attuare grazie ad una manovra sul bilancio di previsione, andando a colmare un vuoto nazionale. Avremmo voluto stanziare anche più risorse e speriamo di riuscire a integrare ulteriormente il fondo in corso d’anno, perché sappiamo che le richieste saranno tante.

In questi anni – prosegue Urbelli – sul fronte del sostegno all’abitare abbiamo lavorato per potenziare risposte di diversa intensità al fine di affrontare un problema sempre più sentito anche a seguito della crisi economica: dall’erogazione di contributi economici (900 mila euro all’anno) al potenziamento dell’edilizia residenziale (2556 gli alloggi gestiti da Acer e 85 quelli extra Erp), dall’Agenzia  Casa alle rinegoziazioni degli affitti in accordo con le associazioni degli inquilini e della proprietà, fino all’offerta di nuove soluzioni a supporto di giovani coppie (come gli alloggi di via Forghieri), di nuclei familiari fragili (gli appartamenti con portierato per anziani), il condominio solidale e l’esperienza di coabitazione per persone affette da patologie psichiatriche. Nel corso di quest’anno lavoreremo per mantenere attivi gli interventi consolidati e per mettere a sistema esperienze innovative, come il residence sociale che partirà nei prossimi mesi. È in questa articolata cornice che si inserisce anche il bando Modena per l’affitto”.

Il bando per l’erogazione di contributi sarà rivolto a nuclei familiari in difficoltà nel pagamento dei canoni di locazione, in particolare a nuclei in cui almeno un componente abbia perso il lavoro o usufruisca di ammortizzatori sociali o abbia cessato l’attività di lavoro autonomo e a nuclei formati esclusivamente da anziani.  Sia i requisiti richiesti per la partecipazione al bando sia i criteri individuati ai fini dell’erogazione dei contributi sono stati concordati con le Organizzazioni Sindacali degli Inquilini e con le Associazioni della Proprietà Edilizia.

Le risorse necessarie a finanziare il fondo provengono per 400.000 euro da un emendamento al Bilancio 2017-2019 e per i restanti 200.000 euro da entrate derivanti da proventi dei canoni degli alloggi Erp che possono appunto essere utilizzati a tale scopo, un utilizzo indicato da un ordine del giorno votato a larga maggioranza e senza voti contrari dal Consiglio comunale in sede di approvazione del Bilancio di previsione.