Il Questore chiude per trenta giorni un market etnico di Carpi

Il Questore di Modena ha chiuso ai sensi dell’art. 100 del T.U.L.P.S. il negozio etnico di via Rocca n. 4 a Carpi per le continue e abituali frequentazioni da parte di individui pregiudicati e pericolosi per la sicurezza pubblica. Il provvedimento, notificato questa mattina, da personale del Commissariato di Carpi è scaturito da una serie di controlli effettuati dalla Polizia di Stato nelle ultime settimane con numerose e continue identificazioni di pregiudicati e consumatori di stupefacenti, anche a seguito di frequenti lamentele provenienti dai residenti, nonché dai responsabili dell’Istituto Scolastico Carpi Zona Centro, plesso poco distante dal locale in questione. In particolare, i frequentatori del market, per la maggior parte già noti alle forze dell’ordine, acquistavano alcolici per poi consumarli nell’adiacente parco di via Berengario, lasciando rifiuti e ubriacandosi nei pressi della scuola, così generando un degrado dell’area verde e un forte senso di insicurezza nella comunità locale. “Ascoltiamo con attenzione tutti i segnali che provengono dal territorio – ha dichiarato il Questore di Modena, Paolo Fassari – sia quelli riguardanti bisogni di singoli cittadini o, come in questo caso, espressione di un disagio da parte di una intera comunità locale, soprattutto quando la tutela è diretta a proteggere fasce deboli come quelle degli studenti”. Il significativo periodo di chiusura è conseguente non solo all’attuale situazione di pericolosità dei frequentatori, ma anche alla recidiva dei comportamenti negativi. Infatti, già a marzo del 2012 lo stesso esercizio, condotto dal medesimo titolare, era stato chiuso per 10 giorni sulla base di analoghi motivi.