A Modena il Festival nazionale della cultura digitale

La nuova realtà aumentata dal digitale sta cambiando le nostre abitudini e il nostro modo di vedere il mondo? Aprirà nuove strade o sarà solo un’amplificazione di ciò che esiste già intorno a noi?

Da venerdì 29 settembre a domenica 1 ottobre Modena si trasforma in un prototipo urbano di pratiche, esempi, idee della vita aumentata grazie alla prima edizione del Festival After Futuri Digitali – Modena Smart Life, che avrà come tema monografico “Connettere – Strategia Nazionale della Banda Ultra Larga”.

Dopo l’edizione 2016, quest’anno infatti Modena Smart Life si fa grande e diventa anche After Futuri digitali, la prima edizione del Festival nazionale della Cultura digitale. Il Festival è promosso da Comune di Modena, Regione Emilia-Romagna e Ministero dello Sviluppo Economico con l’obiettivo di raccontare attraverso conferenze, incontri e demo il futuro già possibile grazie alla connettività a banda ultra larga.

Festival After Futuri Digitali – Modena Smart Life sarà un primo modello di evento digitale urbano: un percorso tra conferenze, incontri e demo che si snoda tra strade, piazze e luoghi della città, permettendo così ai cittadini e agli esperti della realtà digitale di immaginare insieme un futuro che grazie alla connettività a banda ultra larga è già presente.

Attraverso conferenze, digitalk e demo i relatori, selezionati dal mondo dell’innovazione e delle politiche del digitale e protagonisti del dibattito internazionale, aiuteranno ad analizzare come il digitale ci sta cambiando. Soprattutto, per tre giorni si potrà sperimentare dal vivo la pervasività del digitale; Modena sarà una piattaforma in cui mettere in scena le pratiche digitali più innovative e le riflessioni più radicali.

EVENTI E DEMO NEI LUOGHI DELLA CITTÀ

Il tema monografico dell’edizione modenese del Festival del digitale è “Connettere – Strategia Nazionale della Banda Ultra Larga” declinato in cinque modalità: muoversi, produrre, generare, sapere, consumare, grazie alla diffusione della banda ultralarga.

Il primo intento di After – Modena Smart Life è infatti diffondere gli obiettivi, a livello nazionale e nella regione, fissati dal Piano Banda Ultra Larga (BUL) e le importanti trasformazioni che porterà in tutte le comunità e le aree, comprese quelle periferiche, rurali e montane. Entro il 2020 saranno garantiti servizi di connettività almeno a 30 Mbps (megabit per secondo), superando così gli stessi obiettivi dell’Agenda digitale europea.

Se la BUL è il necessario strumento della rivoluzione digitale, After Futuri Digitali – Modena Smart Life rappresenta il momento per conoscere e sperimentare. Dal 29 settembre all’1 ottobre Modena diventerà una piattaforma in cui mettere in scena le pratiche digitali più innovative e approfondire gli scenari possibili. Una tre giorni per provare tecnologie nei laboratori disseminati in città con l’attivo contributo dei partner tecnologici e per ascoltare, dalla voce degli esperti e di chi ha intrapreso la strada della digitalizzazione, le opportunità che questa offre per migliorare tutti gli ambiti del vivere sociale.

Alla tre giorni interverranno ospiti di rilievo, protagonisti e interpreti dell’innovazione digitale, del mondo accademico e di quello economico, per raccontare l’esperienza della radicale trasformazione in atto in diversi settori produttivi e del terziario (dal food al turismo, dalla finanza all’industria 4.0, alla Pubblica Amministrazione), nella scuola (dalla primaria all’Università), nel sociale e per alimentare le riflessioni e il dibattito sul futuro che è già presente in tutti gli ambiti del quotidiano. I luoghi di Modena – dal teatro Storchi al San Filippo Neri, dai Musei alla Biblioteca Delfini, dalla Palestra digitale alle scuole Mattarella, da piazza XX settembre a piazza Roma – saranno inoltre teatro urbano per presentare pratiche, esempi, idee della vita aumentata, dove il digitale potrà essere anche sperimentato per toccare con mano le sue potenzialità.

A “firmare” l’evento clou della giornata inaugurale, il 29 settembre, saranno i giovani, protagonisti assoluti della rivoluzione apportata dalle tecnologie digitali, in un incontro che darà voce alla generazione dei millennials, grazie al confronto live con youtubers di grande popolarità.