» Regione - Salute

La settimana mondiale dell’allattamento al seno, in regione aumentano le donne che lo praticano a tre mesi dal parto (55%) e a cinque mesi (37%)

Trenta piazze animate, in tutta l’Emilia-Romagna, per promuovere l’allattamento al seno. Pratica, questa, che in regione è in aumento, con un 55% a tre mesi dal parto (+3% nel 2016 rispetto all’anno precedente) e un 37% a cinque mesi (+4%). Domani, sabato 7 ottobre, è il giorno del flash mob promosso da Regione, Aziende sanitarie, enti locali e associazioni all’interno della Settimana mondiale dell’allattamento al seno.Mamme che allattano, papà, referenti dei gruppi di sostegno, ostetriche dei Consultori delle Aziende Usl, professionisti dei servizi ospedalieri, Centri per le famiglie e Comuni, saranno insieme per ricordare quanto l’allattamento al seno sia importante, per dare informazioni e rispondere a dubbi e domande.

“Il messaggio che vogliamo dare è che allattare al seno fa bene- osserva l’assessore alle Politiche per la salute, Sergio Venturi-. Al tempo stesso, però, è fondamentale che le mamme non siano lasciate sole. Per favorire questa pratica, e perché sia portata avanti nei mesi dopo il parto, ci vuole il supporto di tanti soggetti: dell’ostetrica e dei professionisti sanitari, del volontariato, degli Enti locali e della famiglia. L’aumento delle mamme che allattano in Emilia-Romagna- aggiunge Venturi- è un segnale del grande lavoro che tanti stanno svolgendo nelle nostre strutture sanitarie, con progetti e diffusione di buone pratiche”.

I dati in Emilia-Romagna
In Emilia-Romagna l’allattamento al seno completo (cioè latte materno sommato non a latte artificiale, ma a liquidi non nutritivi, come acqua e tisane) viene praticato (dati 2016) dal 55% delle donne a tre mesi dal parto (era il 52% l’anno precedente) e dal 37% a cinque mesi (33% nel 2015).
Mai così alto il numero di madri che allattano solo con latte materno: 50% a tre mesi (45% nel 2015), 31% a cinque mesi (27%). L’Emilia-Romagna, peraltro, è tra le poche regioni in Italia a rilevare sistematicamente la prevalenza di allattamento al seno, con indagini annuali.
Da due anni, per raggiungere il maggior numero di madri e migliorare la qualità dell’indagine, la Regione usa l’anagrafe informatizzata degli ambulatori vaccinali delle Aziende Usl. Un metodo, questo, che si è consolidato, e che ha permesso di raggiungere oltre il doppio dei bambini dell’indagine precedente: 35.832 (15.263 nel 2015, 7.362 nel 2011).
Dalla rilevazione emerge che allattano in modo completo più spesso le donne straniere, con elevata scolarità, con meno di 35 anni, non lavoratrici, normopeso, non fumatrici. Allatta di più inoltre chi ha frequentato un corso di accompagnamento alla nascita e chi è seguito, durante la gravidanza, nei Consultori pubblici.

Allattare, ma “Insieme”
Il tema scelto per la Settimana mondiale dell’allattamento al seno, in corso in questi giorni, è “Insieme”: insieme per creare le condizioni migliori per una mamma, in modo che allattare sia piacevole e meno faticoso possibile. Per esempio, favorendo il benessere delle madri nell’atto di allattare, creando le condizioni per allattare al lavoro, coinvolgendo di più i papà in famiglia. Negli ospedali si stanno rivelando efficaci le iniziative di contatto “pelle a pelle” precoce e prolungato tra madre e bambino e il “rooming in”: tenere, cioè, il neonato nella stessa stanza con la madre, invece che al nido con gli altri neonati. Si sta rilevando utile, inoltre, nei giorni di avvio dell’allattamento, favorire nella madre la posizione semi-reclinata perché è rilassata, favorisce le naturali “competenze” del neonato e lo porta ad attaccarsi al seno in modo efficiente, senza provocare dolore alla madre.
Per ogni mamma che stia allattando e abbia bisogno di aiuto o confronto, i riferimenti sono il Consultorio familiare, il Punto nascita, il pediatra di fiducia, i centri per le famiglie e i Gruppi locali di sostegno dell’allattamento al seno

I flash mob di domani, sabato 7 ottobre, in Emilia-Romagna
“Indossa una maglietta bianca e vieni anche tu ad allattare”: questo l’invito per partecipare ai flashmob di domani, sabato 7 ottobre, a Parma, Fidenza, Reggio Emilia, Correggio (Re), Modena, Pavullo (Mo), Bomporto (Mo), Castelfranco Emilia (Mo), Carpi (Mo), Mirandola (Mo), Sassuolo (Mo), Vignola (Mo), Bologna, Casalecchio di Reno (Bo), San Lazzaro (Bo), Imola (Bo), San Giovanni in Persiceto (Bo), Porretta Terme (Bo), Ferrara, Comacchio (Fe), Forlì, Cesena, Lugo (Ra), Rimini (in sei Comuni l’iniziativa si è svolta questa settimana).

Nel dettaglio:

Reggio Emilia

  • Reggio Emilia 7 ottobre ore 10.00
    Piazza Fontanesi
  • Correggio 7 ottobre ore 10.00
    corso Mazzini 33/b (In caso di pioggia: Centro per le Famiglie, Corso Mazzini 33/b)
  • Montecchio Emilia  2 ottobre ore 14:30
    presso la Sala Ippocrate dell’Ospedale “Chiacchiere in libertà con gli esperti: certezze, dubbi e falsi miti sull’allattamento al seno” (dott. Ciro Capuano, ost. Alessia Bonilauri).
    Inoltre, durante la SAM, iniziative divulgative in reparto con uno spazio dedicato al tema dell’allattamento con immagini e fotografie.


Modena

  • Modena 7 ottobre ore 10.00
    Piazza Grande Modena, presso l’Informagiovani (In caso di pioggia all’interno della Galleria Europa, sala conferenza)
  • Pavullo 7 ottobre ore 15.00
    Piazzale adiacente Chiesa Parrocchiale S. Bartolomeo
  • Bomporto 7 ottobre ore 9.00Casa della salute del Sorbara dottor Roberto Bertoli p.zza Matteotti 34
  • Castelfranco Emilia 7 ottobre ore 9.00
    Officina parco Cà Ranuzza, via P. Nenni 72
  • Carpi 7 ottobre ore 10.00
    Tavola rotonda “Crescere bambini felici a impatto (quasi) zero” presso l’auditorium della biblioteca Loria – via Rodolfo Pio, 1 (info www.allattamentomaterno.org) ore 15.00 presso la  biblioteca il Falco Magico-Piazza Martiri 59. Seguirà il gioco  dell’oca  dell’allattamento
  • Mirandola 7 ottobre ore 11.00
    Ospedale di Mirandola, via Fogazzaro, nuova sala dei corsi nascita
  • Sassuolo 7 ottobre ore 16.00
    presso il giardino-atrio del distretto di Sassuolo- ex villa Fiorita- via F.lli Cairoli, 19
  • Vignola 7 ottobre ore 10.00
    ritrovo in Piazza dei Contrari ore 10.15 passeggiata in direzione della biblioteca attraversando il centro di Vignola
    ore 10.45 Biblioteca F. Selmi, via S. Francesco 165 -Saletta dei piccoli. In caso di pioggia presso la Biblioteca

Bologna

  • Bologna 7 ottobre ore 10.00
    ore 10.00 ritrovo in Piazza Maggiore
    ore 10.30 flashmob sui gradini della Sala Borsa
  • Casalecchio di Reno 7 ottobre ore 10.30
    Casa della Conoscenza Via Porrettana 360  (In caso di pioggia all’interno della Casa  della Conoscenza)
  • Imola 7 ottobre ore 10.30
    Centro Cittadino, Via Emilia 135
  • San Lazzaro ore  7 ottobre ore 10.00
    ritrovo nel parco del Centro Sociale Fiorenzo Malpensa, via Jussi 33. In caso di maltempo locali  del Centro
  • San Giovanni in Persiceto 7 ottobre ore 10.30
    In Piazza del Popolo. In caso di pioggia Sala consigliare del Comune
  • Porretta Terme 7 ottobre ore 10.30
    Sagrato della Chiesa dei Cappuccini, Largo Emanuele Grassi 1




Linea Radio Multimedia srl • P.Iva 02556210363 • Cap.Soc. 10.329,12 i.v. • Reg.Imprese Modena Nr.02556210363 • Rea Nr.311810
Tutti i loghi e marchi contenuti in questo sito sono dei rispettivi proprietari.
supplemento al quotidiano Sassuolo2000.itReg. Trib. di Modena il 30/08/2001 al nr. 1599 - ROC 7892 • Direttore responsabile Fabrizio Gherardi
Il nostro news-network: Sassuolo 2000 - Modena 2000 - Bologna 2000 - Reggio 2000 - Carpi 2000 - SassuoloOnLine
© 2017 · RSS PAGINA DI CARPI · RSS ·
• 9 query in 0,401 secondi •