» Carpi

Domenica a Carpi un concerto di solidarietà per i lavoratori della Castelfrigo

“Vogliamo spiegare il perché di questa iniziativa, che ne segue e ne precede altre, raccontando questa storia come se vivessimo in un paese normale ‘.

Dopo anni di denunce della CGIL cadute nel vuoto di un sistema politico-economico cieco per convenienza, i lavoratori in appalto della Castelfrigo si stancano di prendere meno dei dipendenti diretti, di fare tre – quattro ore al giorno di straordinario, di dipendere da false cooperative che sono in realtà luoghi di sfruttamento, di essere inquadrati come facchini quando effettivamente lavorano nelle linee di produzione delle carni. Supportati dal sindacato scendono in lotta due anni fa ottenendo un buon accordo, mai rispettato dall’azienda, che prima della data della sua applicazione non rinnova il contratto con la falsa cooperativa licenziando di fatto i lavoratori. La reazione è immediata e da sei mesi c’è un presidio permanente davanti alla fabbrica. Naturalmente il paese normale reagisce : il governo, i cultori della legalità, i magistrati, il Presidente della Repubblica, la classe politica locale, la confindustria, il mondo della cooperazione, la società civile, sono tutti lì davanti, insieme a questi ragazzi che stanno combattendo oltre allo sfruttamento anche l’illegalità, l’evasione fiscale e contributiva, un sistema marcio che sta facendo a pezzi la dignità del lavoro e le leggi e la Costituzione del nostro paese. Gli viene concessa la cittadinanza onoraria, vengono ricevuti al Quirinale, c’è la corsa da parte delle imprese “sane” a ricollocarli e le imprese non sane, i caporali, i gestori di questo sistema vengono messi all’indice, nel libro nero….. Beh, questo succederebbe in un paese normale ma noi non siamo un paese normale e loro hanno due difetti : sono operai e sono immigrati e quindi sono soli nel piazzale, con la CGIL che ancora li sostiene e con il rischio che la disoccupazione diventi una condizione permanente. Per questo il concerto di solidarietà, non solo per raccogliere fondi per il sostegno alla lotta, ma perché è giusto fare questa battaglia, perchè se questi lavoratori perdono, perdiamo tutti”.

(Comitato di sostegno ai lavoratori in lotta)

L’appuntamento è per domenica 15 aprile dalle 17,30 al Circolo Mattatoio di Carpi. L’intero incasso sarà devoluto ai lavoratori tramite il conto corrente appositamente attivato dalla CGIL.





Linea Radio Multimedia srl • P.Iva 02556210363 • Cap.Soc. 10.329,12 i.v. • Reg.Imprese Modena Nr.02556210363 • Rea Nr.311810
Tutti i loghi e marchi contenuti in questo sito sono dei rispettivi proprietari.
supplemento al quotidiano Sassuolo2000.itReg. Trib. di Modena il 30/08/2001 al nr. 1599 - ROC 7892 • Direttore responsabile Fabrizio Gherardi
Il nostro news-network: Sassuolo 2000 - Modena 2000 - Bologna 2000 - Reggio 2000 - Carpi 2000 - SassuoloOnLine
© 2018 · RSS PAGINA DI CARPI · RSS ·
• 21 query in 0,432 secondi •