» Modena - Salute - Scuola

Michele De Luca dell’Unimore nominato membro della prestigiosa European Molecular Biology Organization

Arriva da Heidelberg la comunicazione della nomina del Prof. Michele De Luca, direttore del Centro di Medicina Rigenerativa “Stefano Ferrari” dell’Unimore, tra i 62 nuovi membri della prestigiosa società scientifica EMBO (European Molecular Biology Organization), che vanta, nella sua storia, ben 87 premi Nobel.

“I membri dell’EMBO sono i massimi scienziati che lavorano nel campo delle scienze della vita. Inoltre, rafforzano la comunità di ricerca in Europa e altrove attraverso le loro collaborazioni e connessioni internazionali”, afferma Maria Leptin, Direttore di EMBO.

I membri sono attivamente coinvolti nell’esecuzione delle iniziative dell’organizzazione, supportando il consiglio, i comitati e i comitati editoriali dell’EMBO, valutando le domande per i finanziamenti erogati dall’EMBO, formando giovani scienziati e fornendo suggerimenti e feedback sulle attività.

I 53 membri neoeletti risiedono in 17 Stati membri della European Molecular Biology Conference (EMBC), l’organismo di finanziamento intergovernativo dell’EMBO. I nove nuovi membri associati EMBO sono ricercatori che attualmente lavorano in Argentina, Brasile, Canada, Cina, India, Giappone e Stati Uniti.

EMBO è un’organizzazione con più di 1800 scienziati di altissimo profilo che promuove l’eccellenza nel campo delle scienze della vita.

Gli obiettivi principali dell’organizzazione sono sostenere ricercatori di talento in tutte le fasi della loro carriera, stimolare lo scambio di informazioni scientifiche e aiutare a costruire un ambiente di ricerca europeo in cui gli scienziati possano lavorare nelle migliori condizioni possibili.

“Sono veramente onorato di essere stato accolto in un consesso scientifico così prestigioso” dichiara Michele De Luca. “Questa nomina rappresenta per me il riconoscimento di tanti anni di lavoro e un ulteriore stimolo per proseguire con impegno nella ricerca per portare ai pazienti soluzioni terapeutiche innovative nel campo della terapia cellulare e della terapia genica”.

“Mi congratulo a nome di tutto l’Ateneo per la nomina del prof. De Luca” aggiunge il Rettore dell’Unimore Prof. Oreste Andrisano “e auguro a tutti i ricercatori del Centro di Medicina Rigenerativa “Stefano Ferrari” di poter continuare a dare un contributo significativo nel rafforzare il ruolo di leader dell’Europa e dell’Italia nel campo delle terapie avanzate basate sulle cellule staminali, come è accaduto per la registrazione di Holoclar e per la terapia genica salvavita del piccolo ‘Bambino Farfalla’”.

Oltre a Michele De Luca, sono due gli italiani che saranno ufficialmente accolti nell’organizzazione durante l’Assemblea che si terrà ad Heidelberg dal 24 al 26 ottobre 2018: Maria Ina Arnone (Stazione Zoologica “Anton Dohrn” di Napoli) e Salvatore Oliviero (Università di Torino e IIGM).





Linea Radio Multimedia srl • P.Iva 02556210363 • Cap.Soc. 10.329,12 i.v. • Reg.Imprese Modena Nr.02556210363 • Rea Nr.311810
Tutti i loghi e marchi contenuti in questo sito sono dei rispettivi proprietari.
supplemento al quotidiano Sassuolo2000.itReg. Trib. di Modena il 30/08/2001 al nr. 1599 - ROC 7892 • Direttore responsabile Fabrizio Gherardi
Il nostro news-network: Sassuolo 2000 - Modena 2000 - Bologna 2000 - Reggio 2000 - Carpi 2000 - SassuoloOnLine
© 2018 · RSS PAGINA DI CARPI · RSS ·
• 15 query in 0,304 secondi •