» Economia - Vignola

Lidia Gibellini presidente Lapam dell’Unione Terre dei Castelli

Sono quasi 8mila le imprese attive sul territorio dell’Unione Terre dei Castelli (7.856 per la precisione), di queste quasi mille (960) sono manifatturiere. L’indagine, realizzata dall’ufficio studi Lapam Confartigianato, certifica la presenza di oltre mille imprese a Vignola (2.315), Castelnuovo Rangone (1.161) e Spilamberto (1.103), seguono Castelvetro (945) e Savignano (854), più ridotti i numeri di Zocca, Marano e Guiglia (rispettivamente 505, 483 e 400).

Ma, appunto, il focus è stato messo sulle imprese manifatturiere che rappresentano il 12,2% delle imprese dell’Unione e occupano 12mila persone, 11.993 per la precisione. Si va dalle 108 imprese di Castelvetro con ben 3.818 occupati alle 171 imprese di Castelnuovo che occupano 2.165 persone, alle 238 imprese di Vignola con 1.981 occupati, fino alle 169 imprese di Spilamberto con 1.858 persone impiegate. Più bassi i numeri degli altri comuni, anche se Marano ha 76 imprese che impiegano 929 persone, dato che Savignano ha 100 aziende manifatturiere con 652 occupati e Guiglia e Zocca hanno rispettivamente 299 impiegati in 44 aziende e 291 in 54.

Lidia Gibellini, imprenditrice di Montale, è la nuova presidente Lapam della Zona di Vignola, che comprende il territorio dell’Unione Terre dei Castelli. La neo presidente commenta così la ricerca: “I dati evidenziano come il tessuto manifatturiero del territorio stia tenendo sotto il profilo occupazionale. Gli abitanti dell’Unione sono quasi 87mila e gli occupati nel manifatturiero sono il 13,8% della popolazione complessiva e, di conseguenza, una percentuale molto più alta della popolazione in età lavorativa. Questa tenuta è preziosa per tutta l’economia del territorio, in primis per il commercio di vicinato e i servizi senza i quali i nostri paesi diventano sempre più poveri di offerta e di conseguenza perdono attrattività e sviluppo. Ma vi sono due criticità da analizzare: da un lato il calo delle nascite con il conseguente invecchiamento della popolazione, l’offerta di lavoro c’è ma la domanda cala essendoci meno giovani che si affacciano al mondo produttivo; dall’altro lato molti giovani non possiedono le necessarie qualifiche o preferiscono dedicarsi ad altre attività. Questo conferma – conclude la neo presidente di Zona Lapam – che investire sulla formazione dei giovani fornendo strumenti per scegliere il proprio futuro è una direttrice determinante per far crescere l’intero territorio”.





Linea Radio Multimedia srl • P.Iva 02556210363 • Cap.Soc. 10.329,12 i.v. • Reg.Imprese Modena Nr.02556210363 • Rea Nr.311810
Tutti i loghi e marchi contenuti in questo sito sono dei rispettivi proprietari.
supplemento al quotidiano Sassuolo2000.itReg. Trib. di Modena il 30/08/2001 al nr. 1599 - ROC 7892 • Direttore responsabile Fabrizio Gherardi
Il nostro news-network: Sassuolo 2000 - Modena 2000 - Bologna 2000 - Reggio 2000 - Carpi 2000 - SassuoloOnLine
© 2019 · RSS PAGINA DI CARPI · RSS ·
• 12 query in 0,155 secondi •